Menu
Cura e Salute

Come scegliere uno shampoo naturale per il tuo cane carlino

Scegliere uno shampoo naturale per il proprio cane sembra molto semplice perchè sul mercato se ne trovano davvero di ogni tipo! Potresti essere tentat* di acquistare quello più economico o quello con l’etichetta più accattivante, ma l’unica cosa che conta è saper leggere la lista degli ingredienti.

Shampoo per cani: come leggere l’etichetta

Come succede per le crocchette per cani, anche per i prodotti è necessario capire come si legge la lista degli ingredienti; solo così potremmo avere la certezza di acquistare un prodotto di una certa natura.

Mi è capitato molto spesso sentire di proprietari che utilizzano prodotti per bambini per il proprio amico a 4 zampe dando per scontato che siano di qualità (ti ricordi la storia delle salviettine umide per neonati? Se non te la ricordi leggi QUI). Purtroppo questo non è indice nè di sicurezza nè di tollerabilità del prodotto perchè possono contenere ugualmente sostanze chimiche poco adatte per l’igiene di Fido.

Molti prodotti affermano di contenere ingredienti naturali o biologici (soprattutto sbandierati in etichetta frontale) ma includono nel contempo sostanze come siliconitensioattivi condizionanti chimici.

Hai presente gli shampoo che fanno tantissima schiuma e sembra lavino via ogni residuo di sporco?
Ecco quelli sono i primi da evitare perchè probabilmente sono pieni di componenti aggressivi che, con il lungo utilizzo, rischiano di intossicare e rovinare la cute del cane.

Che ingredienti cercare in uno shampoo?

Per scegliere un buon prodotto, che sia per cani o per uso umano, è importante sapere leggere l’etichetta e il relativo INCI, ovvero l’International Nomenclature of Cosmetic Ingredients, riportato sulla confezione. Potrai utilizzare le indicazioni che ti darò qui di seguito anche per acquistare un ottimo shampoo per te.

Una buona regola è quella di cercare un prodotto con pochi ingredienti, optando per quelli naturali.

La scelta di uno shampoo per il tuo cane privo di sostanze chimiche è essenziale.

Gli ingredienti vengono generalmente riportati secondo la percentuale: ai primi posti troveremo gli ingredienti in percentuali maggiori e a scalare quelli in percentuali minori. Questi ci forniscono informazioni preziose per capire se il prodotto sia ecocompatibile e dermocompatibile.

I primi ingredienti sono quelli a cui bisogna prestare più attenzione.
Leggi i primi 5 o 6 ingredienti, che dovrebbero essere naturali ovvero NON derivati dal petrolio o essere siliconici.

ATTENZIONE AI FALSI ‘’NATURALI’’

Ormai gli slogan dei prodotti improntati alla natura sono sempre meno onesti e le pubblicità degli shampoo naturali per il cane non fanno eccezioni.

Gli estratti naturali sono indicati in etichetta con il nome botanico in latino e vengono scritti in corsivo. Presta attenzione anche all’ordine in cui sono riportati: in molti prodotti questi nomi sono riportati alla fine dell’elenco, perchè sono presenti in concentrazioni minime.

⛔️ STOP
Sostanze da evitare

Gli shampoo per cani sono cosmetici e, in quanto tali, soggetti a delle regolamentazioni europee che stabiliscono quali ingredienti possono essere utilizzati, le limitazioni di concentrazioni e le avvertenze da riportare in etichetta.

Anche se ammessi per legge, alcuni ingredienti sono, a mio avviso, sconsigliabili perché potrebbero irritare la cute del tuo cane carlino che è già tanto delicato.
Ecco i più comuni ingredienti chimici e nocivi da evitare in uno shampoo per cani.

Dimethicone, Methylisothiazolinone, Methylchloroisotiazolinone

Sono siliconi, abbastanza facili da riconoscere perché i loro nomi terminano sempre con i suffissi -one o -xane. I siliconi creano uno strato sul pelo che lo fa apparire lucido e morbido, quando in realtà, subito sotto la pelle si sta seccando perchè non respira.

Tensioattivi chimici

Presta particolare attenzione ai tensioattivi derivati dalla raffinazione del petrolio come il Sodium laureth sulfate, tensioattivo anionico presente in molti detergenti, inquinante e fortemente aggressivo per la pelle e il cuoio capelluto.
I tensioattivi chimici sono quelli che creano una bella schiuma bianca sul pelo (e anche sui tuoi capelli) ma possono causare un’irritazione cutanea significativa soprattutto se l’utilizzo è prolungato e ripetuto.
Il contatto con gli occhi può causare gravi irritazioni se non viene lavato tempestivamente.

Parabeni

Methylparaben, Propylparaben, Ethylparaben, Isobutylparaben e Benzylparaben sono parabeni cioè un insieme di elementi chimici molto diffusi e utilizzati come conservanti.

Cerca uno shampoo che utilizzi conservanti naturali come Tocoferolo e Vitamina E.

Fai molta attenzione a tutti quei prodotti che si dichiarano “senza parabeni” o “paraben free”, poiché, purtroppo, non sempre tale dicitura significa che si tratta di formulazioni più sicure, perché al posto dei parabeni potrebbero essere presenti altri additivi chimici altrettanto dannosi.

Derivati del petrolio

I derivati del petrolio come ad esempio Paraffinum LiquidumMineral OilPetrolatum, vengono utilizzati come emollienti per una pelle vellutata che in realtà è solo coperta di uno strato chimico che non solo non la idrata, ma non la fa neanche respirare.
Ti sembrerà pazzesco ma questi ingredienti sono spesso alla base di alcuni shampoo e prodotti per bambini (di marche molto famose).

I miei shampoo naturali preferiti

sapone di aleppo cani

In questi anni di vita con i carlini ho utilizzato e provato diversi shampoo per cani. Soprattutto quando è arrivata Lisa (e la sua dermatite con malassezia) ho avuto la necessità di trovare un prodotto delicato per la sua pelle e che si potesse utilizzare con più frequenza rispetto al solito.

Provai sia il Sapone di Marsiglia che quello di Aleppo, li trovi entrambi nei negozi Bio (mi raccomando acquista un prodotto di qualità!).
Il Sapone di Marsiglia tende a seccare troppo la pelle e per Lisa non era adatto. È andata meglio con il Sapone di Aleppo che è raccomandato per la pelle secca, sensibile, con allergie e intolleranze a prodotti chimici industriali.

Lo shampoo per cani con cui mi trovo meglio è sempre lo Shampoo Micromed all’argento colloidale.
Questo prodotto a base di sostanze neutre, è idratante e rigenerante, utile per la pulizia del pelo e della cute anche in caso di patologie dermatologiche.

Etichette ed INCI senza segreti

In questo articolo ho cercato di riassumere gli ingredienti chimici più comuni che potresti trovare nell’INCI dello shampoo per il tuo cane ma anche nel tuo.

Quando ti troverai davanti ad una etichetta, sicuramente le prime volte potresti non ricordare tutti gli elementi chimici a memoria o potresti trovarne altri che non sono nell’elenco.
Per scoprire se un componente è “verde” oppure no, affidati al sito www.biodizionario.it dove ti basterà inserire il nome dell’ingrediente da cercare e aspettare il resoconto.


Vuoi più consigli sul benessere del tuo carlino?
Seguimi sui social

seguimi sui social
Gruppo FacebookYouTubeTelegram
Il Carlino in SaluteIl Carlino a Modo mioTelecarlino

No Comments

    Leave a Reply